ITINIREARI DELL'ISOLA

CAPRI

Questa città famosa in tutto il mondo vi aspetta per essere vista in compagnia di una guida isolana, che con passione, professionalità con un profondo legame fra radici e storia vi svela anche gli angoli più secreti e nascosti. La piazzetta, la città e i giardini d’Augusto sono le mete più famose – vi aspetterà una passeggiata indimenticabile!

ANACAPRI

La romantica cittadella va scoperta con una guida isolana, appassionata e con un legame profondo e puro con il luogo. Piazza Vittoria, il via Axel Munte e la Villa San Michele si devono assolutamente vedere. C’è però molto di più da scoprire: La Casa Rossa, la chiesa di San Michele, il labirinto di vicoli, le contrade e la nostra storia. Scoprite l’isola dal punto di vista di un “Caprese”!

"Se è vero che ci sono nel mondo isole belle come Capri, nessuna isola, nessuna al mondo può vantare una storia come quella di Capri." (Raffaele La Capria)

CENTRO STORICO ANACAPRI

Il centro storico di Anacapri: da piazza A. Diaz (S. Sofia) al belvedere presso Villa San Michele L’imponente costruzione della chiesa di S. Sofia e della sua storia, rappresenta il punto di partenza del tour nel centro storico di Anacapri. Dalla chiesa si proseguirà, costeggiandone le antiche mura perimetrali, verso il nucleo storico di Anacapri, piazza Boffe, per poter ammirare e percepire l’essenza del suo “semplice” ma pur sempre “articolato” passato storico, artistico ed architettonico. Da piazza Boffe, un percorso attraverso le stradine che conservano ancora l’antica struttura architettonica, si raggiungerà la Chiesa Monumentale di San Michele, un vero gioiello dell’arte italiana, grazie alla presenza di numerosi dipinti di artisti napoletani del XVIII secolo, ma soprattutto, per la presenza del meraviglioso pavimento maiolicato del ‘700 ( biglietto d’ingresso 2,00€ a persona) Proseguendo, per un po’ attraverso le stradine e poi verso la via G. Orlandi , impossibile non notare lungo il percorso la particolare costruzione in stile eclettico del Colonnello americano John Clay MacKowen (fine XIX sec.) dove sono conservate oggi le quattro statue romane scoperte nella Grotta Azzurra e la pregevole collezione di dipinti dell’800 di proprietà del Comune di Ancapri ( biglietto d’ingresso,3,00€ a persona). Dalla Casa Rossa si raggiungerà la zona di Capodimonte, dove fu costruita alla fine del XIX secolo, la splendida dimora del medico svedese Axel Munthe. La passeggiata si concluderà presso il belvedere in prossimità di Villa San Michele da cui è possibile avere una splendida vista sul Golfo di Napoli e Capri.

GROTTA AZZURRA

Sul versante nord occidentale dell' isola vi è la più famosa ed incantevole delle cavità carsiche naturali, creata nei millenni dagli agenti atmosferici, la Grotta Azzurra è sempre pronta a regalare emozioni indescrivibili ai cuori di coloro che la visitano. Lo sapevano bene i Romani che la resero ninfeo della residenza imperiale poco distante di Damecuta, lo apprese secoli dopo anche August Kopisch che la raccontò al mondo del XIX secolo nel suo celebre "La scoperta della Grotta Azzurra"
"...acqua simile al fuoco azzurro empiere la grotta; ogni onda sembra una fiamma." (cit.Kopisch)

VILLA JOVIS

Le rovine di Villa Jovis, dimora dell’imperatore romano Tiberio, sorgono sul promontorio nord occidentale dell’isola, luogo di selvaggia bellezza con un panorama mozzafiato sull’isola e tutto il Golfo di Napoli. Dalla Piazzetta, percorrendo la lunga salita che conduce alla Villa, pian piano” l’isolano rumore mondano” fa spazio ad un silenzio irreale e ci si trova immersi tra profumi di fiori di varie specie, vigneti e case dal tipico stile caprese. Questa passeggiata offre diversi spunti di interesse storico, ,archeologico e paesaggistico, ed è indicata per tutti coloro che vogliono avere una visione diversa dell’isola e scoprire fino in fondo i segreti della sua magica bellezza. Il percorso prevalentemente in salita dura circa 1 ora e mezzo.

Nonostante la scheletrica nudità delle sue rovine, Villa Jovis resta la rovina più suggestiva dell’isola.(A.Maiuri,1936)

CASA ROSSA

Proprio nel cuore del "comune di sopra" (Anacapri), sorge la Casa Rossa, costruita nel 1876 in forme bizzarre ed originali dal colonnello statunitense John Clay Mac Kowen, decorata con reperti di epoca romana o di provenienza dal bacino del mar Mediterraneo. Oggi, la Casa Rossa e'sede di una importante mostra permanente dal titolo "L'isola dipinta": opere di famosi maestri italiani e stranieri dell'800 ispirate al "mito di Capri". Nella Casa-Museo, sono inoltre custodite le statue di epoca romana rinvenute nella famosa Grotta Azzurra.

LA CHIESA MONUMENTALE DI SAN MICHELE

Costruita nella prima metà del Settecento secondo il progetto di Domenico Antonio Vaccaro, tra i maggiori artisti del tardo Barocco napoletano, la chiesa di S. Michele è un “gioiello” architettonico in cui si fondono magnificamente diverse arti figurative. Di grande effetto è il pavimento maiolicato realizzato da Leonardo Chiaiese nel 1761 raffigurante la Cacciata di Adamo ed Eva dal Paradiso Terrestre che ricopre l’intero piano di calpestio. Pregevoli le tele di scuola napoletana del Settecento che formano l’apparato decorativo dell’interno insieme agli altari lignei delle cappelle minori, oltre a quello maggiore realizzato con marmi commessi e pietre dure.
“Solo la grande passione porta ad ottenere le cose migliori” (Annarita Di Pace)

MARINA PICCOLA

Sul versante di mezzogiorno è situata la baia di Marina Piccola. Questo meravigliso luogo dell'anima, che da sempre ha ispirato la fantasia degli artisti, è un coacervo di bellezze naturali, storia e leggende. Guardando a levante, dominano la scena i Faraglioni, guardiani giganti e simbolo dell'isola. Spostando di poco lo sguardo si scorge Via Krupp, una meraviglisa strada nella roccia che si arrampica a zig-zag verso il centro di Capri. In alto il Castiglione e l'enorme antro posto sotto di esso, rifugio sicuro per i capresi durante le tante scorrerie saracene che dalla fine dell'Impero Romano sino agli inizi dell'Ottocento hanno terrorizzato l'Isola. Volgendosi ancora un po' verso l'ovest, troviamo le piccole spiagge di ciottoli bianchi, luogo ideale per bagnarsi e prendere il sole anche in inverno. Tra queste, si trova lo Scoglio delle sirene. Qui, secondo alcuni, Ulisse si sarebbe imbattuto nelle mitiche Sirene cantate da Omero. Marina Piccola è una sorprendente prova della fantasia del Creatore, è assoluta bellezza. Ma è anche molto di più!

MONTE SOLARO

A 589m ti trovi in paradiso.Sei su monte solaro: faraglioni,golfo di napoli, penisola sorrentina e gli scorci più belli di capri visti dall'alto. Tutto questo in un unico posto da non perdere.Vieni con noi a visitare monte solaro per vivere un 'esperienza speciale

SENTIERO DEL PIZZOLUNGO

Passeggia lungo la costa sud-est dell'Isola tra natura e profumi, storia e archeologia. Non perdere le sculture di roccia modellate dal vento, l'antico ninfeo romano e le dimore storiche gioielli d'architettura e custodi di storie e curiosità. Scopri con noi quest'angolo nascosto e lasciati attraversare dalle sensazioni indimenticabili che saprà regalarti questa esperienza assolutamente unica

VILLA IMPERIALE DI DAMECUTA

La suggestiva posizione della villa romana di Damecuta svela subito al visitatore lo scenografico progetto della residenza imperiale inserita sapientemente nel contesto paesaggistico e in posizione dominante sul mare: percorrendo la loggia dell’ambulatio, dal belvedere semicircolare alla Torre Medievale, la vista spazia dalle isole flegree alla Punta Campanella. Gli scavi del complesso furono condotti, a partire dal 1937 e per ca. 10 anni, dall’archeologo Amedeo Maiuri riportando alla luce le antiche strutture della Villa, tra le quali anche gli ambienti di soggiorno situati presso la Torre donata da Axel Munthe insieme all’attiguo terreno. Il complesso è facilmente raggiungibile a piedi partendo dal centro di Anacapri in ca. 30 min. o in autobus. Viale A. Maiuri, che conduce nell’ultimo tratto alla Villa, offre una suggestiva panoramica sull’articolata costa occidentale dell’Isola.
“Un percorso a ritroso nel tempo, immersi nella quiete della natura”.

VILLA SAN MICHELE

Visita con noi la famosa villa costruita agli inizi del 900’ dal medico e scrittore Axel Munthe che fu al suo tempo uno degli svedesi più conosciuti. La sua intenzione era quella di creare un’architettura ariosa che gli permettesse si esprimersi sulle grandi questioni della vita. Lasciati guidare in questo spettacolare mix di storia, cultura e fantastici panorami mozzafiato sul golfo di Napoli.